Nella Mente del Campione Ep4 – Russell Henley e la sua fantastica vittoria allo Shell Houston Open!

Ben ritrovati all’ormai consueto appuntamento con “Nella Mente del Campione” ti sei perso le altre? Le trovi qui 😉

Questa settimana analizzeremo ciò che Russell Henley ci ha raccontato dopo la sua vittoria allo Shell Houston Open di Domenica 2 Aprile 2017.

  1. Competere la scorsa stagione è stata una lotta, tutti i competitor erano agguerriti.
  2. Nel 2013 e 2014 tutto funzionava bene, ho vinto due volte, nel 2015 ancora tutto funzionava, tutto ad un tratto ho perso tutto, iniziando dal mio Swing, non ho capito cosa sia successo nel 2016.
  3. Quest’anno sono partito molto meglio, ho un ottimo feeling, ho migliorato molto il mio gioco. Questo mi ha permesso di passare molti più tagli.
  4. Sapevo che sarebbe stato difficile, conosco la forza dei miei avversari, conosco anche la mia forza, quanto mi sono preparato e sapevo di poter ottenere ciò che ho ottenuto. Ero pronto per affrontare un giro molto difficile come quello di oggi.
  5. I Green in campo erano grandi e veloci, sapendo in quale punto mettere la palla tutto è risultato più semplice.
  6. Come gestirò la pressione ad Augusta non lo so onestamente, non guarderò troppo il Leaderboard, giocherò per fare molti birdies.
  7. E’ uno dei migliori campi presenti sul Tour, è perfetto in ogni sua parte, fairways bellissimi e green spettacolari, mi sono trovato molto bene su questi green.
  8. Quando sono diventato professionista se mi avessero detto che avrei giocato per 5 anni consecutivi sul PGA Tour e avrei giocato 4 volte il Masters mi sarei stupito, e per questo sono molto “Grato”.
  9. Anche nei momenti in cui ho giocato male non mi sono creato aspettative negative, non importava, ho giocato.
  10. Ho fatto dieci Birdies, DIECI Birdies! Wow!
  11. Rickie è un grande giocatore in ogni aspetto, è un giocatore “Sharp”, ha talento, uno swing potente, è ottimo.
  12. Non vedo l’ora di rivedere mia moglie, guardare un film, mangiare un Chees-burger ma l’importante è stare con la Famiglia, mio fratello e mia Moglie.

 

Pronto cominciamo subito! 🙂

– Competere la scorsa stagione è stata una lotta, tutti i competitor erano agguerriti.

– Nel 2013 e 2014 tutto funzionava bene, ho vinto due volte, nel 2015 ancora tutto funzionava, tutto ad un tratto ho perso tutto, iniziando dal mio Swing, non ho capito cosa sia successo nel 2016.

Inizia facendo un breve salto nel passato raccontandoci quanto sia stata positiva la sua carriera fino al 2015, il suo Swing funzionava e tutto andava bene.

Questo ci fa capire quanto anche loro abbiano degli alti e bassi durante la loro carriera, ci fa capire che quando le cose vanno bene è ok ma quando sono andate male… “non ho capito cosa sia successo nel 2016.” questo è quello che a caldo ci racconta Russel.

In questo aspetto mi piacerebbe che riflettessi su questo:

Quando il tuo gioco va bene che cosa accade? Che cosa fai di diverso? Se non sai cosa accade, da oggi inizia a notare a cosa pensi, su cosa porti la tua attenzione, come ti parli, come ti muovi, che cosa non fai?

E quando il gioco va male? Che cosa accade? Cosa fai di diverso? Cosa Pensi? Su cosa ti concentri? Come ti muovi? Che cosa ti racconti?

Portare Consapevolezza in questo ti può far fare salti enormi nella qualità del tuo gioco e per questo ringraziamo Russel per avercelo ricordato! 😉

– Quest’anno sono partito molto meglio, ho un ottimo feeling, ho migliorato molto il mio gioco. Questo mi ha permesso di passare molti più tagli.

Qui ci aiuta a capire che per lui ciò che gli accade è importante per far crescere la sua Autostima, migliora il suo gioco e si sente subito meglio.

E se sapessi che ciò che ti accade è una conseguenza di ciò che hai nella tua mente? 🙂

“La tua realtà interiore è esattamente uno specchio di ciò che ti proietti giornalmente al tuo interno”

Da oggi ti chiedo di dare alla tua mente messaggi utili per la realizzazione di ciò che realmente vuoi nella tua realtà.

Uno dei miei motti è #sognaingrande #pensaingrande  #agisciingrande ! Ultimamente lo sto facendo sempre più mio e la realtà mi sta dando ragione 🙂

Quindi non ti resta che mettere subito in atto la formula:

#sognaingrande #pensaingrande  #agisciingrande

– Sapevo che sarebbe stato difficile, conosco la forza dei miei avversari, conosco anche la mia forza, quanto mi sono preparato e sapevo di poter ottenere ciò che ho ottenuto. Ero pronto per affrontare un giro molto difficile come quello di oggi.

Qui ci fa notare quanto sia importante conoscere ciò che si sta per affrontare e prepararsi per affrontarlo nel migliore dei modi.

Che cosa vuoi? Qual’è il tuo Obiettivo? Di cosa ho bisogno per poterlo affrontare, raggiungere? Quali azioni ho bisogno di intraprendere per ottenere ciò che voglio? Cosa posso fare per affrontare al meglio ciò che mi spetta?

E’ fondamentale sapere ciò che si vuole e soprattutto ciò che mi serve per poterlo ottenere. A me piace anche pensare che:

Se aspetto di essere pronto per ciò che voglio non farò mai nulla però, ogni giorno, faccio ciò che è necessario per poterlo ottenere!

Non sapremo mai esattamente tutto quello che è necessario ma se il nostro impegno giornaliero sarà il massimo non potremmo che essere soddisfatti.

E tu? Hai mai riflettuto su questo? Fammi sapere!

Continua parlandoci del Campo…

– I Green in campo erano grandi e veloci, sapendo in quale punto mettere la palla tutto è risultato più semplice.

– E’ uno dei migliori campi presenti sul Tour, è perfetto in ogni sua parte, fairways bellissimi e green spettacolari, mi sono trovato molto bene su questi green.

Come ogni grande Campione ci parla del luogo in cui gioca in modo esemplare, tutti adorano il campo in cui giocano, qui lui lo elogia in ogni sua parte.

Questa parte dell’intervista mi fa venire in mente questo:

Conosci i campi in cui giochi, come li giudichi? Come sono i Fairway, i Rough? In base a come sono fatti, valuti come giocarli? Giochi in modo automatico su tutti i campi in cui ti capita di giocare o in base al campo che trovi decidi la miglior Strategia per il tuo gioco?

Inizia a valutare i campi su cui giochi come li descrivono i campioni e raccontami come cambia il tuo gioco, sforzati, nota che cosa c’è di bello, di spettacolare

Poi ci racconta del Masters 🙂

– Come gestirò la pressione ad Augusta non lo so onestamente, non guarderò troppo il Leaderboard, giocherò per fare molti birdies.

Qui mi piace notare come i Grandi rimangano nel “Presente”, senza Aspettativa e con obiettivi chiari.

Non sa come gestirà la Pressione (è un evento che deve ancora vivere e non sa cosa accadrà).

Non guarderà il Leaderboard (evitando che la sua mente gli giochi brutti scherzi).

Giocherò per fare molti Birdies! (Obiettivo chiarissimo 🙂 )

E più avanti aggiunge:

– Anche nei momenti in cui ho giocato male non mi sono creato aspettative negative, non importava, ho giocato.

Giocare Aspettandosi qualcosa può limitarci molto, che vada bene o male continua a giocare, rimani dove sei, non andare ne indietro ne in avanti..

La cosa che mi ha colpito molto è stata quando ha detto:

– Ho fatto dieci Birdies, DIECI Birdies! Wow!

Non sapeva di aver fatto tutti quei Birdies, questo ci conferma che per gran parte dell’ultimo giro è stato nel “Presente” in quello che tecnicamente viene chiamato “stato di Flow”.

Un modo rapido per entrare in questo stato di Grazia lo trovi in questo articolo: “Come utilizzare la Consapevolezza nel tuo Swing”

Qui invece Russel tocca uno degli aspetti che più adoro:

– Quando sono diventato professionista se mi avessero detto che avrei giocato per 5 anni consecutivi sul PGA Tour e avrei giocato 4 volte il Masters mi sarei stupito, e per questo sono molto “Grato”.

Ogni campione, persona famosa, chi ce l’ha fatta è Grata, ringrazia per ciò che gli è accaduto, prova un profondo stato di Gratitudine.

Tu come affronti questo aspetto? Credi ti sia tutto dovuto? Credi che il mondo giri intorno a te? Credi che ciò che hai ottenuto sia la normale conseguenza? 

Da quando ho iniziato ad essere più riconoscente per ciò che mi arriva le cose sono andate sempre meglio, ringrazio ogni singolo giorno per ciò che ho, anche per aspetti insignificanti; Fai entrare la Gratitudine nella tua Vita, ringrazia e vedrai come cambieranno gli eventi.

Ci parla del suo grande Amico:

– Rickie è un grande giocatore in ogni aspetto, è un giocatore “Sharp”, ha talento, uno swing potente, è ottimo.

Il Rispetto dell’avversario, la Stima, il riconoscere le doti dell’altro, il complimentarsi per i risultati ottenuti dagli altri, sono tutte caratteristiche che rendono il Campione ancora più Grande.

Finisce la sua splendida intervista parlandoci di:

– Non vedo l’ora di rivedere mia moglie, guardare un film, mangiare un Chees-burger ma l’importante è stare con la Famiglia, mio fratello e mia Moglie.

La Famiglia, le cose semplici (guardare un film e mangiare un Chees-Burger); è una persona normale, ricordatelo, anche lui oltre il Golf ha una sua vita Sociale che adora, Ama sua Moglie e adora la Vita al di fuori del Campo da Golf.

Complimenti a Russel Henley e a presto con “Nella Mente del Campione!”

Per ogni domanda, specifica e non, il team di You be Golf è a tua disposizione, contattaci tranquillamente oppure Iscriviti subito alla nostra Academy.

#6unesserestraordinario

Sogna in Grande! #youbegolf

Claudio

Head Coach You Be Golf Evolution Academy

Commenta con Facebook

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi