Come ho fatto 76 con doppio alla 17 e triplo alla 18!

Come ho fatto 76 con doppio alla 17 e triplo alla 18!

Come avrai capito dal titolo l’Evolution Coach è in costante e continuo miglioramento (COCOMI).

Il messaggio di oggi è che:

Siamo tutti esseri umani normali che dedicandosi e applicando ciò che impara può ottenere risultati straordinari!

Domenica scorsa abbiamo organizzato il nostro primo evento Fit Club & You Be Golf Trophy   al Golf Club Petesberg 🙂

E’ stata una giornata divertentissima e ricca di insegnamenti per il sottoscritto che voglio condividere con te 😉

La mattina è stata caratterizzata da momenti di condivisione con i partecipanti alla Gara in cui io e i ragazzi di Fit Club abbiamo trasmesso la passione per questo sport e per le nostre attività.

Verso le 11 mi sono trovato al campo pratica con alcuni clienti amici dove abbiamo applicato per circa 45 minuti alcune delle tecniche che insegno nella Evolution You Be Golf Academy.

Il bello è successo però, come potrai immaginare, in campo.

Il campo per me rappresenta la vita, è il luogo dove la Performance prende un senso, il luogo dove metti in atto ciò su cui ti sei precedentemente allenato, insomma il luogo dove tutto conta e dove realmente puoi imparare ed evolvere.

In campo non hai scuse, quello che ottieni è il reale momento in cui ti trovi, il reale punto da cui puoi partire per intraprendere azioni migliori verso ciò a cui tu miri.

Vieni con me in campo e ti spiegherò cosa ho applicato per titare 76 colpi pur avendo un finale in netto calo 😉

Premetto che ho avuto momenti di difficoltà, momenti di stallo e momenti in cui tutto mi riusciva facile e senza sforzo.

Che cosa mi ha aiutato di più tra?

  • Tecniche di rilassamento per calmare mente e corpo.
  • Tecniche per rimanere nel presente.
  • Visualizzazione.
  • Accettazione.
  • Gestione dello stato d’animo.
  • Feedback post Gara.

Tutto! 🙂  

Sì ti assicuro che tutti questi aspetti, chi più chi meno, mi hanno fatto ottenere fino alla 16ma buca 1 colpo sotto il par del campo con 3 birdie e 2 bogey.

Bello vero?

Sì ma quello che mi è servito di più sono state le ultime due buche.


ECCOLE:

 


 


Come avrai visto dalla foto sono anche due buche tendenzialmente facili.

Ma non lo sono state per me 😉

A parte gli scherzi, andiamo a vedere che cosa è successo sul Tee della 17.

Parlo con i miei compagni di gioco che mi dicono: "Hai giocato un gran golf, per te risulta essere tutto semplice.."

La frase di per se può essere un innocuo complimento, dipende però da come chi lo riceve lo interpreta.

Infatti, nello stilare il Feed Back post gara (in questo articolo trovi come stilarlo), il mio calo è stato causato principalmente da due fattori:

Per quanto riguarda l'alimentazione, durante la gara tendo a consumare barrette energetiche totalmente naturali, alimenti estremamente leggeri che permettono di mantenere lucida e attiva la mente.

Quando il campo diventa particolarmente impegnativo, tendo a consumare del miele in bustina per avere energia immediata e subito disponibile.

Non dimentico mai di bere almeno 2 litri di acqua o comunque bevande energetiche 🙂

Se vuoi avere maggiori info sul tipo di prodotti naturali che utilizzo contattami tranquillamente qui.

Per quanto riguarda l'Attenzione sono riuscito a mantenerla costantemente nel tempo presente fino a quando dopo il famoso complimento, "Hai giocato un gran golf, per te risulta essere tutto semplice..", mi sono seduto appagato e ho iniziato a pensare a quanto sarebbe stato bello consegnare il mio primo score sotto il Par per il 2017! 🙂

Tutto molto bello, ma, sono pensieri da fare una volta che hai imbucato il putt alla 18.

Alla 17, per esempio avevo un putt da 1,5 metri per salvare il Bogey (con il primo colpo ero finito corto in acqua), tra me e la buca c'era il marchino di un mio compagno di squadra, si trovava proprio sulla linea, io l'ho fatto lasciare lì e la mia palla non è entrata in buca proprio grazie e questo.

Di per se il fatto poteva finire lì ma, sul tee della 18 ancora il mio pensiero era la, nel passato, nel punto in cui si ripresentava la scena mia di come avevo mandato la palla fuori dalla buca a destra grazie al marchino.

Utile?

Sì a fare Out a sinistra dalla partenza della 18 🙂

Il resto non è influente...

Il grosso si è proprio svolto tra il Green della 17 e il Tee della 18.

Che cosa vorrei che ti rimanesse impresso nella mente e ti aiuti nel tuo GOLF da questo Post?

Tutti abbiamo momenti in cui ci riesce tutto, tutti abbiamo momenti in cui siamo messi alla prova lì, possiamo superarli perché abbiamo gli strumenti e siamo consapevoli di come poterli utilizzare.

Cosa è importante fare?

Non hai ottenuto ciò che volevi?

Metti giù il tuo Feedback post gara, trova che cosa è andato bene, che cosa puoi migliorare e come puoi migliorarlo.

Hai tutti gli strumenti, capacità a disposizione?

Fantastico la volta successiva potrai raggiungere ciò che vuoi!

Ti manca qualche tassello?

Il team di You be Golf è sempre a tua disposizionecontattaci tranquillamente oppure se vuoi avere info per accedere alla nostra Academy clicca qui.

#6unesserestraordinario

Sogna in Grande! #youbegolf

Claudio

Head Coach You Be Golf Evolution Academy

Commenta con Facebook

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi